Girovagando tra i buffet

la-seminatrice-Girovagando-tra-i-buffet
La Seminatrice

NATURA e LUCI

Praticamente ogni volta che chiedo a qualcuno quale sia la parte del matrimonio che preferisce di più mi sento rispondere: “il buffet degli aperitivi ovviamente”

E tu, anche tu sei d’accordo con questo pensiero? 

Allora sei nel posto giusto oggi voglio andare un po’ a zonzo tra i buffet  per scoprirne di tradizionali, di innovativi, di esperienziale, di stupefacenti, di irresistibili e chi più ne ha più ne metta. 

Pronta? 

Iniziamo

Riflessioni iniziali

Regola aurea

Accorda il ricevimento – e quindi anche il buffet degli aperitivi – al tuo mood ed alla tua location

Se scorri negli articoli del blog abbiamo parlato a fondo di quanto sia importante partire dalle atmosfere desiderate prima di scegliere il banqueting ma anche la location… (leggi l’articolo https://laseminatrice.it/scegliere-la-location/) ed oggi che girovagheremo un po’ tra tanti tipi di angoli sfiziosi diversi è importante che tu ti faccia guidare dalle atmosfere desiderate ancora prima che dall’acquolina.

Regola aurea 2

Bilancia i gusti degli sposi con quelli degli ospiti 

Si è vero che è il vostro matrimonio e deve rappresentare voi al 100% ma ricordate sempre che voi due siete 2 rispetto al totale degli ospiti…

Ha senso inserire un angolo di cose di cui andate matti ma se non avete la certezza che piacciano a molti evitate di forzare la mano imponendo la cucina che più vi piace solo perché siete gli sposi. 

Quindi al mio matrimonio devo fare quello che vogliono gli altri? 

La tua domanda è assolutamente sensata e ragionevole. Il mio obiettivo, in questo contesto è darti degli spunti di riflessione perché tu possa fare una scelta consapevole. 

Ed il consiglio, per esperienza sulla perfetta riuscita del matrimonio, è quello di mediare un po’. 

Mai ti direi di fare solo quello che piace agli ospiti – e che magari a te non piace neanche – ma allo stesso tempo ti sconsiglio di essere rigida sulla tua posizione ed imporre una cucina che già sai potrebbe mettere in difficoltà gli ospiti. 

Provo a farti qualche esempio. 

Vai matta per i crudi (carne, pesce, crostacei e molluschi…) e li vuoi al tuo matrimonio. Perfetto ti dico specialmente se accanto a degli angoli degustativi di crudi affianchi anche magari qualcosa di cotto per chi non se la sente di mangiare crudo. 

Adesso lo so che tocco un tasto dolente. 

Sei vegana e vuoi una cena vegana? 

Premesso che come dicevo all’inizio è giusto fare come tu vuoi, il primo consiglio che mi sento di darti è quello, almeno nell’aperitivo, di inserire qualche angolo più facile per i non vegani quali magari degli angoli vegetariani.

Da esperienza 50 e 50 funziona molto bene ma se vuoi dare un’impronta più vegana  fai 60 e 40 ma l’indicazione è che è rischioso andare sul 100% vegan. 

Se vuoi aiutare i tuoi ospiti ad avvicinarsi al tuo mondo con un buffet 50 vegan e 50 vegetariano riuscirai a far sì che dopo essersi sfamati con piatti conosciuti gli ospiti provino anche ad avvicinarsi ad un modo culinario a loro sconosciuto magari scoprendo gusti e profumi nelle loro corde 

Adottare una linea 100% vegan invece purtroppo, in generale, genera – in una popolazione di ospiti non vegan – una difficoltà difficile da superare soprattutto per delle barriere psicologiche ed il pensiero che tende ad emergere è: non c’è nulla da mangiare per me. 

La via d’uscita? Un buffet ampio e flessibile e soprattutto uno chef nativamente vegano 

Per poter far sì che tutti gli ospiti abbiano di che scegliere prevedi un buffet con almeno 6/8 angoli (per fare 4e4 o 5e3) ma soprattutto, quando scegli una soluzione vegan (in toto o in parte) la differenza lo fa lo chef veramente vegano.

Perché per gli chef normali la cucina vegana è vista come una cucina di privazioni: non posso usare burro, non posso usare le uova, non posso usare i formaggi, carne, pesce… Insomma non posso, non posso, non posso.

Al contrario gli chef vegan tendono a vivere ed interpretare questo tipo di cucina come una cucina di scoperta, di sfida e la differenza sul risultato si sente eccome.

Ma quali tipi di angoli esistono?

Classificazione per emozione

Se ti ricordi nell’articolo https://laseminatrice.it/un-matrimonio-diverso-partendo-dal-cibo/ “un matrimonio diverso dal solito partendo dal cibo”     inserire il link sotto il nome dell’articolo

abbiamo visto come ogni angolo del buffet degli aperitivi sia in grado di trasmettere una specifica emozione agli ospiti che vi si avvicinano.

Avevamo suddiviso in generale gli angoli secondo tre direttrici:

  • Accoglienza. Angoli che trasmettono senso di accoglienza, di familiarità di semplicità e tradizione ma anche capacità di versatilità per soddisfare le diverse esigenze alimentari
  • Effetto WOW Angoli che trasmettono senso di stupore, di eleganza ed esclusività, di scenografie stupefacenti e opere d’arte gastronomiche
  • Esperienze Angoli che trasmettono l’emozione di vivere un’esperienza, che danno senso di innovazione, di glamour, di personalizzazione. Angoli vivaci che evocano sapori gustosi ed entusiasmanti.

 

anche se, va detto per chiarezza, è sempre bene tenere presente che se ci sono angoli che rientrano puramente in una categoria è altrettanto vero che ce ne sono altri che possono appartenere anche a due categorie

Classificazione per tipologia

Se la classificazione per emozione trasmessa ti sarà capitato di sentirla poche volte – o anche nessuna – al di fuori de La Seminatrice perché ii fornitori di solito preferiscono offrire una soluzione standard al massimo personalizzando uno o due angoli, una classificazione del cibo per tipologia è invece molto più frequentemente utilizzata.

Nella classificazione per tipologia gli angoli si dividono in base al tipo di alimenti:

  • di carne
  • di pesce
  • di verdure
  • vegetariani
  • vegani
  • etnici…

 

Gli angoli di carne vengono spesso indicati anche come di terra e quelli di pesce come angoli di mare mentre sul tema degli angoli con le verdure c’è da stare attenti a non confonderli con gli angoli vegetariani o vegan perché se è vero che un angolo vegan è certamente anche vegetariano non è detto che sia vero il contrario. Negli angoli con verdure, se non specificato esplicitamente potrebbero esserci degli alimenti che non lo fanno essere vegetariano (ad esempio l’aggiunta di una nota di guanciale croccante in una zuppa di verdure)

Alla scoperta dei corner dell’aperitivo

Ci sono tanti possibili angoli che puoi pensare di proporre al tuo aperitivo e oggi ti voglio aiutare ad andare oltre la difficoltà che incontrano tutti gli sposi a questo punto ossia la mancanza di conoscenza delle svariate possibilità.

Eh si perché partecipando ad un matrimonio ti capita di vedere alcuni angoli – e partecipando a più matrimoni con grande probabilità ti capiterà di trovare moltissime ripetizioni – per cui ti verrà di pensare istintivamente che il buffet degli aperitivi debba essere composto con quegli elementi per forza.

Anche perché, c’è da dirlo, molti fornitori di cibo tendono a proporre dei menù che sono strutturalmente gli stessi limitandosi ad apportare piccolissime modifiche su richiesta degli sposi e quindi che succede?

Tu ai matrimoni vedi sempre le stesse cose e pensi che il buffet debba essere fatto in quel modo, arrivi dal fornitore che ti propone quel menù e al massimo ti fai fare qualche piccola variazione continuando a perpetrare il meccanismo.

come se ne esce?

La parola chiave è consapevolezza

Conoscere le possibilità ti darà l’opportunità di poter scegliere ciò che è più in linea con voi e con il tipo di emozione che volete regalare ai vostri ospiti e non per forza seguire una linea scritta da qualcun altro…

Laddove di un angolo esistono varie versioni vi darò qualche spunto in più ma mi raccomando preparati a farti venire l’acquolina in bocca!

Angolo del norcino

buffet-del-norcino-angoli-aperitivo-location

L’angolo che offre prosciutto tagliato a mano e salumi di vari tipi è certamente uno tra i più tradizionali che si possano incontrare ad un aperitivo nuziale. Se state pensando di far sentire “a casa” i vostri ospiti, l’inserimento di questo angolo potrebbe essere utile insieme anche a quello del casaro.

La differenza in questo tipo di angoli la fa la qualità e la varietà dei prodotti inseriti. Se la scelta vira verso prodotti diffusi si otterrà un senso di “noto” che fa subito “casa” e “tradizione”. Optando per prodotti particolari sarà possibile innescare oltre all’atmosfera tradizionale anche quella di una esperienza particolari per prodotti poco noti. 

In quasi tutti gli angoli c’è il prosciutto – tagliato a mano aggiungo io che le fontane di prosciutto arricciate sotto il sole non si possono vedere… – ma hai mai pensato che si potrebbe mettere un angolo dei prosciutti? Magari con un parma, un jamon iberico ed un prosciutto di montagna o ancora se vuoi proprio stupire i tuoi ospiti e far loro vivere un’esperienza straordinaria con un prosciutto di Kobe.

Angolo del casaro

buffet-del-casaro-angoli-aperitivo-location

Anche detto angolo dei formaggi o della mozzarella, può essere assoluto (solo con mozzarelle) o in generale misto con una selezione più o meno ampia di formaggi. Anche qui siamo nel cuore della tradizione e vale il discorso fatto per l’angolo del norcino sulla selezione dei prodotti.

Una variante che di solito lascia stupiti gli ospiti e fa vivere loro un’esperienza diversa è quella che prevede di affiancare all’angolo dei formaggi un casaro (amichevolmente mozzarellaio) che prepara a vista  dei nodini di mozzarella. Vederlo filare la pasta e creare i nodini da “mozzare” direttamente sui piatti degli ospiti è una situazione – lo sappiamo per esperienza – che crea attrazione e stupore che passa di bocca in bocca.

Angolo dei fritti

la-seminatrice-buffet-angolo-dei-fritti

Urrah ecco uno degli angoli favoriti di grandi e piccini: l’angolo dei fritti.

Ma che tipo di fritti? 

Partendo dall cibo possiamo differenziarli in fritti di terra con prodotti a base di carne e verdure quali, andando verso il tradizionale, potrebbero essere i supplì, le crocchette, le olive all’ascolana, le mozzarelline fritte e le verdure o andando verso la meno conosciuta tradizione regionale potrebbe arricchirsi di panelle siciliane, panzarotti napoletani, carciofi alla giudia o anche la romanissima crema fritta e chi più ne ha più ne metta 

Ma se invece avete voglia di fritti di mare partendo dal famoso cuoppo napoletano se ne possono prevedere diverse varianti che prevedono bocconi di pesce, anelli di calamaro, paste ricresciute alle alghe, acciughe e via andare con il pescato del momento.

Quello su cui mi voglio soffermare ora è parlare della scelta:

Fritto a vista o fritto in cartoccio?

Certamente la frittura a vista crea un angolo scenografico che consente agli ospiti di vivere un’esperienza ma può essere, allo stesso tempo, fonte di stress. Perché? a causa delle file!

Le padelle per il fritto a vista, in genere, sono di dimensioni tali da poter cuocere un bel quantitativo di fritti insieme ma ovviamente nulla a che vedere con le friggitorie delle cucine.

Se nel tuo matrimonio ci sono tanti ospiti il rischio è che si crei la fila davanti alla friggitrice – perché se c’è una friggitrice a vista puoi stare certa che le persone si fermeranno lì davanti fino a che non avranno ottenuto il loro cartoccio – e questo, sebbene abbastanza tollerato dagli ospiti, non è un elemento che trasmette accoglienza e senso di familiarità.

E allor che fare?

Ci sono sostanzialmente due tipi di soluzioni: aumentare le padelle dei fritti a vista? quindi invece che friggere in un solo contenitore se ne mettono 2 o 3 a seconda del numero di ospiti oppure si sceglie di optare per un fritto al cartoccio che verrò fritto in cucina nelle friggitrici grandi per poi essere messo nei cartocci e servito a giro braccio. 

Non posso, a questo punto, non indicare che per ogni friggitrice serve un cuoco quindi l’ipotesi di mettere due o più friggitrici simultanee è una soluzione piuttosto costosa.

Quanti ospiti? Una friggitrice a vista gestisce bene, con una coda sostenibile, un matrimonio 60-80 persone più ti allontani da questo numero più il nostro consiglio è di optare per una delle due soluzioni di cui sopra

Angolo della griglia a vista

la-seminatrice-angolo-buffet-di-carne-alla-griglia

Specialmente se il tuo sogno è di sposarti nella natura, in un contesto all’aperto, la soluzione di prevedere una griglia è fantastica.

La grigliata che sia essa di carne o di pesce – e di nuovo ti dico accordala al tipo di contesto offerto dalla location – porta subito alla mente i pic-nic familiari e le grigliate in giardino offrendo quindi un esperienza di tradizione che fa molto famiglia.

Ma

Ma c’è un ma ovviamente

Se prevedi una grigliata al tuo matrimonio potresti optare per una semplice griglia o fare sì che essa diventi un elemento scenografico dell’aperitivo. Di quelli che la gente guarda ed è tentata di andare a vedere immediatamente per scoprire che meraviglie riserva.

Opta sempre per prevedere una varietà di prodotti – nel caso di barbeque di carne che è il più frequente da noi – che siamo in sintonia con l’ambiente ma soprattutto che siano vari. Che ci sia pollo, vitello, maiale e se introduci i mitici arrosticini di pecora che sia praparati in zone separate onde evitare commistioni di sapori.

Puoi far sì prevedere delle verdure da grigliare ma se vuoi fare qualcosa di diverso potresti immaginare di far aggiungere delle pannocchie…

Angolo dei miniburger 

Super scenografico, molto american style, l’angolo dei miniburger è destinato a diventare uno degli angoli più gettonati del matrimonio grazie alla sua capacità di farci tornare immediatamente bambini.

Se vuoi prevedere un angolo con dei burger il consiglio è di andare sui mini-burger perché lo scopo di questo tipo di angolo è di sfiziare più che sfamare. Puoi pensare di mettere diversi tipi di mini burger per cui sia possibile per un ospite assaggiarne magari più di uno.

Di questo tipo di corner ce ne sono due diversi: quello che prevede la preparazione in cucina e la successiva uscita a giro braccio e quello che invece ne vede la preparazione in show cooking. L’optare per l’una o l’altra versione ovviamente dipenderà da fattori economici ma anche dal tipo di emozione da voler suscitare. Se per voi l’effetto wow e quello esperienziale sono importanti optate per lo show cooking più che per l’uscita a giro braccio.

Angolo delle polpette

Se state cercando degli angoli sfiziosi ma poco visti ecco che l’angolo delle polpette potrà rispondere alle vostre esigenze. Questo angolo può incarnare appieno le esigenze di tradizione ma anche quelle di esperienza quando si opti per delle versioni alternative come polpette al curry o in agrodolce o, ancora, in salsa teryaki.

La flessibilità delle polpette è legata al poter variare la materia prima dal pollo al manzo a quelle vegetariane di patate, di verdure, di quinoa insomma un angolo delle polpette riesce a rispondere alle esigenze alimentari di tutti offrendo allo stesso tempo una esperienza diversa dal solito.

Per coloro che vogliono poi creare anche un’esperienza visiva impattante si può pensare di noleggiare un foodtrack che eroghi questo tipo di servizio.

Angolo della pizza

la-seminatrice-aperitivo-angolo-della-pizza

W la Pizza! Chi non ama la pizza? Prodotto per eccellenza della tradizione italiana la pizza è un elemento solitamente poco visto nei buffet dei matrimoni eppure molto ma molto apprezzato

La pizza nella sua versione “focaccia” è presente spesso nell’angolo del pane ma la vera differenza la fanno i forni scenografici  dove il pizzaiolo prepara focacce e pizze condite a vista davanti agli ospiti. 

Belli da vedere, adattabili alle richieste degli ospiti, flessibili sui condimenti le pizze a vista suscitano sempre grande apprezzamento.

Angolo di show cooking

Lo show cooking o cucinato a vista è sempre un angolo che fa vivere agli ospiti un’esperienza. Si parte solleticando la curiosità delle persone che, vedendo la stazione con i fuochi e le padelle pronte o in lavorazione, si avvicinano per scoprire quali golosità lo chef di turno stia preparando e si continua facendo vivere loro l’esperienza di una cucina scenografica (spesso si opta per dei piatti flambé che con le loro alte fiammate suscitano gli oh-ò degli ospiti).

Si può concordare con il fornitore cosa mettere dentro le padelle a vista dal mare al pesce l’importante è che oltre ad essere buona la pietanza sia anche scenografica da preparare.

Volete stupire i vostri ospiti? Prevedete almeno uno show cooking al matrimonio

Angoli degustativi

buffet-location-bambuseto-nuove-esperienze

Se per voi far vivere un’esperienza agli ospiti è una caratteristica importante potreste valutare l’idea di angoli degustativi all’interno dell’aperitivo.

Gli angoli degustativi funzionano bene quando ad essere coinvolti sono tutti i sensi per cui scegliete un contesto scenografico per catturare la vista e magari l’udito, dei sapori particolari per coinvolgere gusto e olfatto e delle bollicine pregiate perché, si sà sottolineano bene i momenti speciali.

Da noi c’è la possibilità di creare un percorso di degustazione dentro il bambuseto che lascia sempre incantati gli ospiti sia per il contesto che per la degustazione in sé.

Altri angoli

Qui la lista potrebbe proseguire a lungo ma questo post è già quasi un libro per cui vi cito alcuni altri angoli senza soffermarmici sopra più di tanto.

Puoi anche prevedere: 

  • Angoli di pesce 
  • Angoli dei crudi di pesce
  • Angoli di verdure della nonna 
  • Angoli vegetariani 
  • Angoli vegani 
  • Angoli etnici – quali angoli di cucina orientale, sudamericana, mediorientale o di qualunque altro paese.

 

Se vuoi altre info non esitare a scriverlo nei commenti che risponderò a beneficio di tutti.

Conclusioni finali

Se vuoi creare un buffet diverso dal solito che ti rappresenti anzi che VI rappresenti davvero c’è un lavoro da fare. A La Seminatrice, infatti, il processo di scelta del menu e del banqueting è un vero e proprio percorso che consta di vari passaggi lungo i quali vi accompagneremo per trovare la soluzione giusta per voi.

Se cerchi un matrimonio diverso dal solito e sei amante della natura, vieni a trovarci.

Ti aiuteremo a capire come costruire il tuo matrimonio e cosa possiamo fare noi per progettarne e realizzarne uno su misura per voi.